Forti danni all’agricoltura per il forte vento

20 aprile 2017, 19:04

Novara Dopo due giorni di forte vento, nel Novarese si cominciano a contare i danni. Oltre ad alberi abbattuti, cornicioni caduti e tetti scoperchiati, è stata l’agricoltura ad aver avuto i maggiori problemi.

«In diverse zone  – spiega Sara Baudo, nella foto, presidente di Coldiretti Novara Vco  - il termometro e’ sceso sotto lo zero e addirittura tra Momo e Caltignaga e’ ghiacciata l’acqua da poco immessa nelle risaie. I guai più seri sono stati registrati nei vigneti delle colline novaresi, con danni alle vite anche del 25%».

Il maltempo ha toccato anche le piante da frutto e gli ortaggi, compresi quelli in serra che, visto il caldo degli ultimi giorni, si trovavano già ad uno stato avanzato di vegetazione. Ripercussioni anche per gli apicoltori, in particolare nell’areale di Oleggio e del Medio Novarese poiché il vento, unito alla siccità, sta danneggiando la fioritura dell’acacia.

«Si è verificata una concatenazione di fattori climatici che ha fatto cambiare in modo repentino le temperature, passando dal forte caldo alla brina – sottolinea Sara Baudo – D’altronde  a marzo, ad esempio, la temperatura è stata di ben 2,5 gradi superiore alla media del periodo di riferimento mentre le precipitazioni sono praticamente state dimezzate, arrivando ad un -54%. Sbalzi che sempre di più si stanno verificando sui nostri territori e che portano, però, conseguenze negative per le colture».

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>