“Altissima povertà” oggi pomeriggio al Broletto

13 aprile 2017, 13:28

Novara Dopo aver debuttato nella Galleria Grande della Reggia di Venaria nel 2016 e aver replicato come ospite di Biennale Democrazia lo scorso 2 aprile nel prestigioso contesto architettonico e istituzionale di Palazzo Civico a Torino, Altissima povertà rivivrà a Novara oggi pomeriggio alle 18.30 nel Salone dell’Arengo del Broletto, sulle note eseguite dal vivo dal musicista Roberto Cecchetto.SieniNovara

Altissima povertà è un progetto a cura di Associazione Didee e Filieradarte nell’ambito del progetto La Piattaforma. Nuovi corpi, nuovi sguardi e ha visto coinvolti nel 2016 settantacinque interpreti, danzatori e cittadini dai 10 agli 80 anni, impegnati per un periodo di quattro mesi di prove in diversi spazi della città, dalle periferie al centro. Dopo il debutto nel luglio scorso alla Galleria Grande della Reggia di Venaria, per la Biennale Democrazia 2017 sono stati riallestiti alcuni quadri coreografici ai quali hanno preso parte trenta performer, tra cui un gruppo di novaresi, in un percorso itinerante che si è snodato attraverso le sale secentesche del Palazzo Civico torinese, luogo condiviso, abitato da una comunità del gesto che torna ad essere polis. In un percorso di disseminazione sul territorio l’appuntamento si rinnoverà a Novara, dove ad accogliere il gesto dei performer sarà il Salone dell’Arengo del duecentesco Palazzo comunale.

La partitura coreografica è ideata da Virgilio Sieni, coreografo e danzatore tra i principali protagonisti della scena della danza contemporanea, fondatore dell’Accademia sull’arte del gesto che sviluppa itinerari di avvicinamento e approfondimento dei linguaggi del corpo e della danza, ponendo i partecipanti in relazione con la natura e l’arte del proprio territorio attraverso la costruzione di azioni coreografiche e momenti di apprendistato alla visione.

Nella foto, la visita di Sieni a Novara con il sindacoAlessandro Canelli, la presidente dell’associazione Cristina Pastrello e Lucilla Giagnoni

L’evento di oggi si aprirà con il momento coreografico Altissima povertà e continuerà con Oltre le quinte si racconta, presentazione in movimento, musica e parole dell’Associazione di Promozione Sociale Oltre le Quinte, costituita da un gruppo di artisti e cittadini novaresi, anche con fragilità, con l’intento di promuovere l’accessibilità a linguaggi artistici e culturali. La voce narrante sarà dello scrittore Alessandro Barbaglia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>