Ferragosto con la Artisty Jazz Band

9 agosto 2017, 18:31

Novara Ritorna sul palcoscenico dell’Estate Novarese, al Castello, dopo quasi 15 anni di assenza dalle scene, la Artistry Jazz Band, prestigiosa Big Band di 18 elementi, nata versa la metà degli anni ’80 da un progetto di Paolo Beretta che raccolse tanti musicisti del territorio, amatori e professionisti, amanti del jazz orchestrale e del sound delle orchestre americane degli anni della “Swing Era”, dal 1935 in poi. Appuntamento quindi a “Ferragosto in Swing”, alle ore 21,30. La serata sarà presentata da Flavio Pavia, Dj di Radio Azzurra Novara.

Tra le fila dei suoi componenti sono passati nomi illustri del panorama musicale italiano ed internazionale (Emilio Soana, Wally e Guerrino Allifranchini, Pippo Colucci, Rudy Migliardi, Carlo Bernardinello, Fabio De Mark, Fernando Brusco, Daniele Comoglio, persino Massimo Boldi e i compianti Franco Campioni e Bruno De Giorgi), a fianco di solisti e session-men novaresi come Elvezio Brigati, Emilio Vercelli, Federico Capra, Raffaele Pasella, Lorenzo Erra, Angelo Visconti, Nicola Stranieri, Massimo Borlandelli, Alfonso Matacera, Aldo Pollastri, Gianni Belletti, Angelo Cerutti, Gianni Ticozzi, Franco e Lorenzo Romano, Paolo Poli, Marcello e Nando D’Aquino, Carlo e Andrea Stefanini, Marco Groppi.

Molte sono state le firme prestigiose che hanno composto o arrangiato brani per l’orchestra novarese.

Anche diverse note voci femminili si sono alternate come soliste e vocalist nel gruppo: da Paola Polastri ad Antonella Custer, alla canadese Matha Jones.

Oggi la Artistry Jazz Band si ripropone con un organico di jazzisti giovani e meno giovani (da Andrea Albini, giovanissima promessa della chitarra a Fabio Buonarota, noto per le sue collaborazioni con Mario Biondi, i fratelli Gardino, Claudio Guida, Tommaso Uncini. Angelo Rolando, Claudio Bovio e ancora, dalla prima formazione, Filippo Rodolfi, Luca Germiniani, Carlo Bernardinello, Domenico Baraban, Rudy Migliardi ed altri nomi importanti dell’ambiante musicale dei locali jazz, festival e della tv).

Guest Star della serata sarà Ronnie Jones, la star internazionale (nato nel Massachusetts, già parte del primo cast del musical Hair, primo e storico DJ televisivo con Arbore e Boncompagni, Augusto Martelli e Maurizio Costanzo; autore di oltre 200 canzoni, ha cantato con Steve Lukather (Toto), Bill Evans e Billy Cobham, con i Gospel Times ed è oggi il protagonista del progetto Ray Charles Memories).

Con lui, come solista ospite sul palcoscenico del Castello, ci sarà la giovane Sonia Caputo, nuova rivelazione del jazz milanese.

Il repertorio della serata spazierà tra i successi di Glenn Miller, Duke Ellington, Cole Porter, Nat King Cole, Frank Sinatra, Liza Minnelli, Sarah Vaughan, Ella Fitzgerald, Ray Charles, Louis Armstrong ed altri ancora.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>