Cresce lievemente il numero delle imprese novaresi

8 novembre 2017, 13:19

Novaraedilizia I primi nove mesi del 2017 si concludono con un bilancio demografico lievemente positivo per le imprese novaresi: la variazione tra iscrizioni e cessazioni registrate nel periodo gennaio-settembre si attesta al +0,5% (+0,4% considerando il solo terzo trimestre), corrispondente ad un saldo positivo di oltre 150 unità.

«I dati relativi al dinamismo delle imprese esprimono una sostanziale stabilità, con timidi segnali di miglioramento – commenta Maurizio Comoli, presidente della Camera di commercio di Novara – Il tasso di mortalità è ai minimi storici, con il valore più basso registrato nel periodo gennaio-settembre dal 2004 in avanti, ma anche la propensione all’apertura di nuove attività imprenditoriali appare debole. Da segnalare il recupero, già avviato in apertura d’anno, delle imprese artigiane e di quelle delle costruzioni, che in questi mesi è andato consolidandosi, con un ritorno, pur lieve, al segno più per l’edilizia. Se una maggiore e più diffusa stabilità rappresenta da un lato un dato incoraggiante, dall’altro serve un cambio di passo per sostenere la vitalità del tessuto produttivo, sfruttando anche le opportunità che provengono dalle nuove tecnologie, su cui le camere di commercio stanno lavorando per offrire alle imprese assistenza e servizi mirati».

Per quanto riguarda la composizione settoriale, alla data del 30 settembre il sistema produttivo locale risulta costituito da 30.580 imprese, di cui 27.563 attive ed operanti per l’8% nell’agricoltura, per il 29,9% nell’industria (di cui 17,7% nelle costruzioni e 12,2% nell’industria in senso stretto) e per il 62,1% nel terziario (di cui 25,1% nel commercio e 37% negli altri servizi).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>