Al mercato coperto lo striscione per Regeni

17 luglio 2017, 15:38

Novara Nella mattinata di venerdì lo striscione di Amnesty International con il quale si chiede di far luce sul caso di Giulio Regeni (il ricercatore misteriosamente assassinato lo scorso anno in Egitto) è stato esposto al mercato coperto dall’assessore al Commercio Franco Caressa insieme con il consigliere comunale Sara Paladini.

Con l’iniziativa si trova adempimento all’impegno assunto con una mozione approvata dal Consiglio comunale del 25 maggio scorso: attraverso questo atto si chiedeva infatti di reperire “la collocazione idonea per posizionare – fino al 31 dicembre 2017 – lo striscione” con lo scopo “di sensibilizzare” anche chi non è abituale frequentatore del sito internet del Comune rispetto alla vicenda di Regeni.

Con la stessa mozione è stata, tra l’altro, prevista nella home page del sito internet del Comune la presenza di un link che rimanda all’ulteriore link della specifica iniziativa messa in atto da Amnesty International (con la scritta “Il Comune di Novara sostiene Amnesty International nella campagna per la verità sul giovane ricercatore italiano”), consultando il quale i cittadini possono ottenere costanti aggiornamenti sulla vicenda.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>