“Liberi e Uguali” prova a radicarsi sul territorio

18 dicembre 2017, 15:11

Novara

Si è tenuta sabato presso la Camera del Lavoro di Novara una riunione degli aderenti a “Liberi e Uguali” con lo scopo di organizzare territorialmente una presenza, insieme all’azione politica,, sulle linee costruite dal movimento nazionale e le problematiche che interessano localmente le comunità della provincia novarese.

Si va nella direzione di creare delle vere e proprie cellule locali che provvederanno alla diffusione del nuovo soggetto politico nato con l’assemblea costitutiva del 3 dicembre a Roma. Si inizia con i territori rappresentati dal Borgomanerese; Arona e Cusio; Ovest Ticino; Vergante; Bassa Novarese; Carpignano e Fara.

Novara città avrà una sua struttura che inizialmente raccoglierà le istanze e le iniziative locali per coordinarle e mettere in rete il lavoro svolto. Compito di Novara sarà anche quello di tenere rapporti e collaborare con le altre province vicine per ampliare il più possibile l’organizzazione necessaria per dare peso al movimento politico.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>