Minorenni in libertà, Nastri: «Giustizia… non giusta»

12 settembre 2017, 14:49

La decisione del Tribunale dei minori di Torino di rimettere in libertà i cinque minorenni albanesi che sabato si erano resi protagonisti di un lungo inseguimento per le vie di Novara e dello speronamento di un’auto della polizia (leggi qui) non poteva non suscitare polemiche. Ad intervenire è Gaetano Nastri, deputato di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale

«Se ancora c’era bisogno di una prova per realizzare quanto la giustizia sia distante dai cittadini, ecco la decisione del Tribunale dei minori di Torino. Non ho dubbi che abbia agito nel pieno rispetto della legge ma sono preoccupato perché non è questa la giustizia che i cittadini sentono… giusta. Rimettere in libertà cinque minorenni che, senza alcuna preoccupazione, hanno messo a rischio l’incolumità delle persone che si sono trovate sulla loro strada mentre fuggivano a velocità folle per corso Risorgimento e che poi si sono schiantati su una ‘volante’ ferendo i poliziotti è una cosa che difficilmente si può capire. E’ un tipico esempio di quando la legge si scontra con il buon senso».

«Posso capire lo scoramento di quei poliziotti che hanno saputo egregiamente fermare i cinque, mettendo a rischio la loro incolumità, e che ora vedono rimessi in libertà quelli che avevano fermato – conclude Nastri – Per questo farò quanto è in mio potere, come deputato di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale per porre la questione in Parlamento con tutti i mezzi che ho a disposizione, in modo da riuscire a cambiare queste norme che vanno contro il buon senso».

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>