Nasce un collettivo per favorire la partecipazione dei cittadini

19 aprile 2017, 16:46

Novara «Siamo in uno dei momenti più bui della nostra storia e allora tutti dobbiamo rimboccarci le maniche, partendo magari da Novara»: così Alberto Pacelli e Roberto De Rosa hanno presentato una nuova iniziativa per favorire la partecipazione dei cittadini alla vita pubblica, «unica strada per uscire da questa terribile situazione».

Nasce così un collettivo (“Una idea di città”) che vuole riunire semplici cittadini e associazioni per incidere sul processo democratico cittadino.

«Lo scollamento totale tra abitanti e amministratori – spiega Pacelli – è evidente e risale nel tempo, da quando le competenze dei consigli comunali (cinghia di trasmissione tra cittadini e amministrazione) sono state cancellate e tutto è stato dato in mano al sindaco».

«Dobbiamo ripartire – aggiunge – e l’unica strada è quella di coinvolgere i cittadini. La nostra idea è di creare gruppi di lavoro sulle varie materie che non si devono limitare a ‘pensare’ ma che individuino gli strumenti per agire. Un collettivo aperto a tutti, che sappia elaborare proposte, che sia la saldatura tra il presente e il futuro».

Per mettere i cittadini nella condizione di aderire al collettivo è stata ideata una mail (info@unideadinovara.it), una buca delle lettere in corso Risorgimento 100 a Novara e una serie di numeri telefonici (347-4602007, 329-7954788, 333-3336025) cui rivolgersi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>