Vedovato: «Nannicini e i vecchi da rottamare»

13 marzo 2017, 16:16

Novara Il 9 marzo 2017 si è aperta ufficialmente una nuova era per la sinistra italiana. La rottamazione ha rotto gli argini e finalmente tutte le vecchie idee vengono messe in soffitta. Dice il Governo: «Lasciamo perdere il principio di equità  fiscale, bisogna essere pratici. Se sei ricco e straniero vieni da noi, pagherai poco o niente e potrai goderti il sole, il mare e la pizza con quattro soldi: paghi una tantum e ti ringraziamo anche per averci accordato la tua preferenza. Si accettano prenotazioni su Booking com».

Dice Nannicini, l’economista di Renzi: «Basta anche con tutti questi vecchi che ci fanno spendere un sacco di soldi in pensioni, assistenza sociale e cure mediche. No, non preoccupatevi siamo contro l’eutanasia, però qualcosa bisogna pur fare: facciamo pagare meno tasse ai giovani e di più ai vecchi, anzi già che ci siamo adottiamo lo stesso criterio anche per i salari: più invecchi e meno ti paghiamo».

Ha detto proprio così, si può controllare.

Si affermano finalmente alcuni principi importanti per la sinistra moderna: se sei straniero e ricco ti trattiamo meglio di un italiano ricco o anche solo benestante e se non sei giovane, produttivo e possibilmente figo vali poco.

Quest’ultima sembra più la regola di un casting per un servizio fotografico di moda che un’idea sensata per un programma politico.

Insomma è meglio essere giovani ricchi e stranieri che italiani poveri e vecchi.

Solo un dubbio: non vi pare che la sinistra 2.0 assomigli sempre più a un polpettone fatto con gli scarti raccattati qua e là?

E poi questo Nannicini, che probabilmente pensa di restare sempre giovane, lo sa che votano anche i vecchi? Per essere coerente dovrebbe ridurre anche il diritto a voto man mano che avanza l’età. Strano che non l’abbia proposto, perché di sicuro ci avrà già pensato.

Sergio Vedovato

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>