Lumellogno, proteste per lo smaltimento rifiuti

Da il 1 febbraio 2018

Novara Una lettera aperta al presidente della Provincia, Matteo Besozzi, e al sindaco di Novara, Alessandro Canelli: l’ha inviata un residente di Lumellogno, Carlo Migliavacca, da sempre attento ai problemi della frazione.

«La presente – si legge nella missiva – per sottoporvi un quesito in merito allo smaltimento dei rifiuti raccolto dallo sgrigliatore posto a protezione del canale di alimentazione della centralina idroelettrica realizzata al “Ciüsón” del torrente Agogna a Novara, nei pressi del depuratore della città..

Nel dettaglio, avendo documentato direttamente come vengono “smaltiti” questi rifiuti alla centralina stessa, mi domando se sia tutto “a norma” il riversare questi rifiuti nello stesso torrente. E ancora: è corretto assimilare gli stessi ai “rifiuti urbani” o piuttosto è più adeguato identificare l’impianto di produzione energia elettrica come un “uso industriale” della risorsa idrica?

Mi pare che entrambi i casi richiedono il trattamento o lo smaltimento in impianti autorizzati (inceneritori o discariche) e non quello di sbarazzarsene ributtando tutto nel torrente, oltretutto andando ad intasare anche la scala di rimonta per i pesci».