Passio, al via l’ultima edizione biennale

Da il 8 febbraio 2018

Novara 2 passio 2018E’ stata ufficialmente presentata l’ottava edizione di ‘Passio’, la rassegna organizzata biennalmente dalla Diocesi di Novara e che per il 2018 presenta, a partire dal 14 febbraio, 184 eventi in 55 giorni, realizzati a Novara e nel resto della diocesi, nelle provincie del Vco e di Vercelli (Valsesia); in più sono allestite 5 mostre. Il progetto è organizzato dal “Comitato per il progetto Passio” grazie alla collaborazione di oltre 150 volontari.

L’edizione 2018 (l’ultima nelle veste che si conosce: probabilmente diverrà annuale ma in veste decisamente più ridotta) è dedicata a Maria di Nazaret, ma più in generale alla madre e alla donna, «fatto che si collega all’attualità, dove le donne diventano vittime dell’uomo. Serve anzitutto un cambio culturale. Il femminile è innalzato, la donna così idealizzata genera troppo spesso sentimenti di rivalsa e possesso da parte delluomo. Dallaltro lato, per le donne stesse lideale di emancipazione e di successo è un ideale che le assimila al maschile. Noi vogliamo sfuggire a questa impostazione: la donna è uguale all’uomo quando è autenticamente se stessa» come spiega il vescovo Franco Giulio Brambilla.

«Sarà l’occasione per guardare al mistero di Dio a partire dalla condizione umana declinata al femminile – spiega don Silvio Barbaglia, presidente del comitato promotore. Dopo una terna di edizioni coniugate al maschile, con il Padre (2012) e il Figlio (2014), e nel segno della creatività con lo Spirito Santo (2016), al centro dell’attenzione è la donna, con le sue capacità uniche, complementari all’uomo e indispensabili alla vita e allo sviluppo della civiltà».

È un’edizione di Passio che cade nell’ ‘Anno Gaudenziano’, e quindi legata in modo speciale alla memoria del primo vescovo e patrono di Novara e dalla diocesi, di cui si celebra l’anniversario di 1600 anni dalla morte.

L’apertura avverrà il 14 febbraio con l’arrivo a Novara delle reliquie della Madonna del Sangue di Re (paesino dell’Ossola) che per la prima volta dopo 524 anni dal miracolo verranno trasferite temporaneamente in Duomo. Verrà quindi inaugurata la maxi-immagine inedita in alta definizione della Cappella della Crocifissione del Sacro Monte di Varallo – capolavoro di Gaudenzio Ferrari – realizzata da FattoreArte e offerta alla contemplazione del pubblico nell’intero tempo di Quaresima.

Per il calendario completo degli eventi,  http://www.passionovara.it/eventi-in-diocesi-2018/

Foto di Maurizio Tosi