Tomei: «Parcheggio sotterraneo? Meglio una navetta»

Da il 29 gennaio 2018

Novara Da Fabio Tomei, in rappresentanza dell’associazione ambientalista Carp, riceviamo questo intervento sull’ipotesi di pedonalizzare piazza Martiri e di spostare i posti in sosta nel futuro parcheggio sotterraneo della Curia.

Egregio Direttore,

forse non tutti i novaresi hanno presente che scavare un parcheggio in piazza Puccini per lasciare piazza Martiri libera dalle auto, significa che il cantiere produrrà in pieno centro polvere e rumore in quantità industriali per tre- quattro anni di seguito.

Significa anche un forte rallentamento del traffico automobilistico in quel nodo cruciale, anche nel caso che le auto possano continuare a transitare in p.zza Martiri. Auguriamoci allora che i negozi del centro riescano a sopravvivere a questa cura da cavallo. Quando finalmente, dopo tre- quattro anni di lavori, piazza Martiri potrà liberarsi dalle auto posteggiate, avremmo sì un parcheggio sotterraneo, ma molto caro e scarsamente utilizzato da parecchiedonne per motivi di sicurezza.

A questo punto ci chiediamo: visto che a distanza di cinquecento metri dal centro ci sono già almeno quattro- cinquecento posti- auto in superficie costantemente vuoti (Passalacqua, Verdi 1, Verdi 2), perchè non pensare, in alternativa al parcheggio sotterraneo di piazza Puccini, di collegare invece questi tre parcheggi con il centro tramite una navetta costantemente in movimento?

In questo modo sia i costi che i tempi per liberare piazza Martiri dalle auto verrebbero ridotti drasticamente a beneficio di tutti.

Fabio Tomei

Carp Novara Onlus