Vuole gettarsi dal balcone, salvato dai carabinieri

Da il 19 aprile 2017

Trecate Due carabinieri hanno salvato la vita a un uomo che voleva uccidersi, gettandosi dal balcone della sua abitazione.

E’ accaduto il giorno di Pasqua a Trecate, dove i militari erano intervenuti per sedare una lite fra conviventi, entrambi stranieri. Mentre i due carabinieri stavano riportando la calma, l’uomo, un trentaduenne in preda ai fumi dell’alcol, e’ uscito sul balcone e, scavalcata la ringhiera, stava per buttarsi di sotto, da un’altezza di 12 metri.

Solo grazie all’immediata reazione dei militari, che tenevano sotto controllo i

movimenti dell’uomo, veniva evitato il peggio: infatti i due carabinieri riuscivano ad

afferrare per un braccio l’individuo e a bloccarlo mentre era appeso nel vuoto. Solo con grande faticava (lo straniero faceva di tutto per divincolarsi e precipitare) riuscivano poi a sollevarlo e riportarlo sul balcone.

L’uomo è poi stato trasportato in ospedale e sottoposto alle cure del caso, mentre i due carabinieri sono stati medicati per lievi escoriazioni.